Nuova collaborazione con l’A.O. “Pugliese – Ciaccio”

Ad un anno di distanza dall’inaugurazione dell’ambulatorio Lilt di via Paparo e dall’inizio delle attività di prevenzione, la Sezione Lilt di Catanzaro nella persona del suo Presidente Avvocato Concetta Stanizzi, si ritiene soddisfatta del lavoro svolto fino ad oggi. L’affluenza e la prenotazione degli esami  è andata via via aumentando e nonostante la richiesta sia raddoppiata, grazie alla disponibilità e alla professionalità dei medici si è riusciti ad evadere la maggior parte degli esami in prenotazione cercando di diminuire drasticamente i tempi di attesa mettendo sempre al primo posto le esigenze e le urgenze dei pazienti. Proprio a tal fine il Presidente Stanizzi , dopo aver constatato le condizioni di difficoltà in cui versa la sanità pubblica e volendo tenere fede all’impegno preso di tutela della salute dei cittadini, ha stretto una collaborazione ancora più profonda con l’Azienda Ospedaliera “Pugliese – Ciaccio”, proponendo la sponsorizzazione di alcune sedute di sala operatoria per far fronte ad una problematica lista d’attesa che complica le condizioni di vita a chi già deve affrontare una malattia dura come il tumore.

Il Presidente Stanizzi ha ritenuto di dover intervenire in tal senso perché la Lega Tumori da sempre si dedica alla prevenzione, in questo caso la prevenzione secondaria con l’obiettivo di identificare forme tumorali allo stadio iniziale aumentando la possibilità di completa guarigione.  La prevenzione è fondamentale ma non può essere fatta a metà, dopo aver accertato un caso di tumore si deve dare anche la possibilità al paziente di essere curato tempestivamente.

L’iniziativa è stata accolta con grande entusiasmo e dedizione da tutto lo staff medico e paramedico della Struttura Operativa Dipartimentale di Senologia dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”.

I primi interventi, nati da questa collaborazione, si sono svolti già nella giornata del 5 luglio; secondo gli accordi presi, la Sezione Lilt di Catanzaro provvederà a sponsorizzare altre tre sedute di sala operatoria.

Altri articoli

Inserisci un commento

Puoi Collegarti e inserire un commento.