Nuovo ecografo per incentivare la prevenzione

Articolo estratto da Gazzetta del Sud – Catanzaro – pag. 24 del 17 Gennaio 2017

Nella sede della Lega italiana per la lotta contro i tumori si è tenuta la consegna di una importante e moderna apparecchiatura scientifica donata dalla Banca di Credito Cooperativo Centro Calabria in favore della sezione Lilt.
Si tratta di un ecografo dotato di tecnologie avanzate da utilizzare per le visite di prevenzione che consentirà alla numerosa utenza, ed in particolare ai soci della banca, di effettuare tempestivamente uno screening evitando le lunghe attese che caratterizzano la prestazione sanitaria pubblica.
«Per la nostra banca la salute è una priorità», ha dichiarato Giuseppe Spagnuola, Presidente della Banca Credito Cooperativo Centro Calabria, rimarcando il ruolo della Bcc sul territorio che è «ancora ma volta capace di cogliere le esigenze espresse dalla collettività» e sottolineando l’importanza della donazione che «va a soddisfare principalmente esigenze di carattere diagnostico a favore delle famiglie e valorizza l’impegno della Lilt nella sua attività di prevenzione».«L’identità mutualistica della banca – ha aggiunto il presidente Spagnuolo – si esprime anche e soprattutto attraverso questo tipo di interventi che qualificano la banca di territorio come una vera e propria banca differente».
Anche grazie a questa donazione, la Lilt continua ad evolvere ed incrementare i servizi per l’utenza riuscendo a raggiungere un numero sempre maggiore di soci.
Nell’anno appena chiuso l’attenzione si è concentrata sulla popolazione femminile della provincia, in particolare sulle esigenze di prevenzione del tumore della cervice uterina e del seno.
L’obiettivo era quello di allestire un secondo ambulatorio di ginecologia e disporre, inoltre, di un terzo ecografo multifunzione che potesse essere impiegato sia in ambito ginecologico che senologico.
«Ed è stato solo grazie alla donazione di un ecografo multifunzione elargito dalla BCC Centro Calabria – ha evidenziato il presidente della sezione Lilt di Catanzaro, Concetta Stanizzi – che si è potuto completare l’allestimento dell’ambulatorio ginecologico che comprende inoltre una nuova sedia ginecologica elettrica ed ergonomica con lampada led, un video colposcopio di ultima generazione e due ulteriori sonde ecografiche. La Lilt pur avvalendosi di risorse proprie, non avrebbe avuto la forza di completare il processo evolutivo senza il supporto di un fondamentale partner quale la Bcc Centro Calabria. I risultati sono stati visibili fin da subito, tanto che in soli otto mesi di funzionamento del nuovo ecografo multifunzione le prestazioni di ginecologia e senologia hanno subito un considerevole incremento, ed in particolare si è registrato un aumento del 30% delle visite sia in ambito ginecologico che senologico, per un totale di circa 1000 prestazioni aggiuntive che diversamente la Lilt di Catanzaro non avrebbe potuto erogare. Un esempio – ha concluso il presidente Stanizzi – di come la cooperazione possa essere di aiuto».

Altri articoli

I Commenti sono chiusi.